Sabato 19 aprile 2014 - Accedi - Registrati
dimenticato la password?

Una città  da scoprire

Vista panorimica della cittÃ

Ad accogliere il Festival Biblico, nel cuore del Veneto, c'e' una citta' patrimonio dell'Unesco che racchiude mille tesori, tutti da scoprire. Vicenza e' sinonimo di bellezza architettonica, con le principali opere dell'architetto Andrea Palladio, di cultura e arte sacra, tra il santuario di Monte Berico che sovrasta la citta' e preziose collezioni permanenti, di gusto e tradizione, grazie ai prodotti tipici generosamente offerti dalla terra berica e sapientemente lavorati dalla sua gente.

Villa Almerico Capra, o VICENZA CITTA' DEL PALLADIO
Sono ben 23 i monumenti, 3 le ville del contesto urbano e 13 in provincia che recano la firma del grandioso architetto di cui proseguono le celebrazioni per il cinquecentenario della nascita anche nel 2009. Diverse le possibilita' di visitare, autonomamente, i monumenti del centro storico fra cui il Teatro Olimpico, la Basilica Palladiana, Palazzo Chiericati e ville come Villa Caldogno, Villa Godi Malinverni o Villa di Maser grazie alla Palladio Card o attraverso le visite guidate Palladio per mano tutti i sabato e le domeniche.

Il Santuario di Monte BericoVICENZA CITTA' DEL SACRO
Nella piazza centrale la basilica civile, sui colli quella religiosa. In costante, silenzioso dialogo. E' l'anima di Vicenza, patria di scrittori ed artisti laici ma anche culla di una profonda religiosita'. A due passi dalla citta' svetta il santuario di Monte Berico, costruito nel '400 dai vicentini scampati alla peste, tuttora meta di pellegrinaggi. Nel cuore del centro si trovano invece due preziose esposizioni, una al Museo Diocesano con il meglio dell'arte sacra vicentina - pittura, scultura, oreficeria e arredo liturgico - ed una alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, che presenta rare icone russe della tradizione ortodossa.

VICENZA CITTA' DEL GUSTO
Il territorio vicentino, che si estende dai colli berici sino all'altopiano di Asiago, offre innumerevoli prelibatezze, prime fra tutte le ciliegie di Marostica, gli asparagi bianchi del bassanese e il broccolo fiolaro di Creazzo.
Ma anche le uve dei colli berici o le olive della zona pedemontana, impiegate nella produzione di ottimi vini, olii di qualita' e soprattutto nell'arte dell'acquavite. Senza contare il salume veneto per eccellenza, la soppressa DOP, il prosciutto berico-euganeo, la carne d'oca sotto grasso e il celebre formaggio Asiago nelle diverse stagionature.
 cui si aggiunge il piatto tipico di Vicenza, il baccala': merluzzo essiccato che, direttamente dalle isole Lofoten, finisce sui piatti dei vicentini con l'inconfondibile polenta fumante.

Baccala' alla Vicentina
© 2014 Festival Biblico tutti i diritti riservati
webmaster PerEsempio.it | design GraphicFirstAid.com