Presentata oggi la 15a edizione del Festival Biblico: da oggi on line il programma completo!

Presentata oggi la 15a edizione del Festival Biblico: da oggi on line il programma completo!

Presentati oggi in conferenza stampa a Vicenza appuntamenti e ospiti della 15a edizione del Festival Biblico che si svolgerà dal 2 al 26 maggio prossimi.

 

“Della Polis, dei cittadini” è il titolo della serata di apertura di giovedì 2 maggio, che sarà quest’anno affidata alla parole di mons. Giancarlo Bregantini, arcivescovo metropolita della Diocesi di Campobasso-Boiano, e di Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3. I due ospiti converseranno sul senso e sul valore che hanno oggi parole come comunità, relazione, convivenza. Ad aprire la serata, ospitata nei suggestivi spazi delle Officine di Manutenzione Ciclica di Ferrovie dello Stato a Vicenza, saranno le voci dei cori Coenobium Vocale, diretto da Maria Dal Bianco, e Ensemble La Rose, diretto da Jose Borgo, con le ombre di Anusc Castiglioni.

Dall’altra parte, l’appuntamento di chiusura regionale di domenica 26 maggio – che si svolgerà sempre a Vicenza nella piazza antistante la Chiesa di San Lorenzo – avrà come titolo “Geometrie dello Spirito” e vedrà ospiti il card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e l’antropologo e architetto Franco La Cecla, che, moderati dal giornalista Armando Torno, metteranno in dialogo dimensione spirituale e pensiero architettonico. Ospite speciale dell’incontro di chiusura sarà L’Orchestra di Padova e del Veneto.

E quello di maggio è il mese del Festival Biblico che ha in programma anche per la sua 15a edizione un ricchissimo palinsesto di appuntamenti nelle differenti città coinvolte nel progetto.

Tra gli ospiti più attesi di quest’anno ricordiamo: il capo della Polizia Franco Gabrielli nell’incontro “Perché abbiamo paura?” (Vicenza, 21 maggio), un’occasione per ragionare assieme sulla nostra capacità di leggere e riconoscere il reale, da ciò che reale non è; Alessandro Bergonzoni con “La base è l’altezza (bianco è nero)” (Vicenza, 22 maggio),“per vedere e conoscere gli esseri con cui stare, non i popoli da conquistare, invadere, sfruttare o allontanare”; il presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick che terrà una lectio magistralis dal titolo “E rendi loro giustizia (Re 8,49). La percezione della giustizia (e dell’ingiustizia) nella Polis” (Marostica (VI), 23 maggio); Niccolò Fabi che dialogherà con don Dante Carraro di Medici con l’Africa Cuamm nell’incontro “Quale casa? Quale città?” (Vicenza, 23 maggio); lo scultore giapponese Etsuro Sotoo (Vicenza, 25 maggio) che da decenni porta avanti l’opera di Anton Gaudì alla Sagrada Familia; il medico congolese Denis Mukwege, premio Nobel per la Pace nel 2018 (Vicenza, 25 maggio), che racconterà il suo impegno per le donne vittime di stupro nell’incontro “Donna, comunità interrotta”; mons. Pierbattista Pizzaballa, arcivescovo di Gerusalemme, ospite dell’incontro “Alle tue porte Gerusalemme. Vocazioni e tentazioni di una città visitata da Dio” (Sacile, 1 maggio); l’architetto Mario Botta che parlerà di “Lo spazio sacro nella polis” (Conegliano, 4 maggio); mons. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo metropolita della Diocesi di Bologna, per una riflessione a due voci con Gilberto Muraro, presidente della Fondazione Cariparo, su come realizzare una convivenza in un mondo di diseguali, valorizzando le differenze (Rovigo, 17 maggio).

Ma saranno come di consueto molteplici gli approcci e i linguaggi utilizzati per indagare le tre prospettive al centro della riflessione di quest’anno dedicata al tema della polis: biblica e teologica, antropologica e dell’abitare, socio-culturale e politica.

 

Continua a leggere



X