Seconda settimana di Festival Biblico che arriva, da venerdì 10 a domenica 12 maggio, nella sede di Padova

Seconda settimana di Festival Biblico che arriva, da venerdì 10 a domenica 12 maggio, nella sede di Padova

Per il settimo anno la Diocesi di Padova aderisce al Festival con una kermesse di oltre trenta appuntamenti, dal 10 al 12 maggio 2019

 

25 gli appuntamenti che si alterneranno, accanto alla proposta di sei itinerari (di qualche ora o di un’intera giornata, tra case celebri difficilmente aperte al pubblico, visite notturne, percorsi di street art in bici, ecc.), un’esperienza di pellegrinaggio a piedi, e due mostre, una frutto di un concorso per le scuole lanciato proprio dal Festival (#Polis – Mai senza l’altro, dal 10 al 20 maggio al Centro Culturale San Gaetano a Padova, con inaugurazione venerdì 10 maggio alle 11, preceduta da premiazione e laboratori didattici), e l’altra, sempre fotografica, di Gabriele Toso dal titolo Who I am? Polis beyond the city (dall’11 maggio al 2 giugno nella chiesa di San Gaetano a Padova).

Tre le prospettive a partire dalle quali si articola il Festival che permetteranno al pubblico una scelta ampia e diversificata per: farsi illuminare e leggere la storia attraverso le Sacre Scritture, riflettere sulla città come luogo/non luogo da costruire, abitare e approfondire le prospettive di sviluppo delle città e dell’idea di cittadinanza.

  • La prospettiva biblico-teologica viene aperta dall’intervento del priore camaldolese Alessandro Barban sul nuovo abitare di Gesù con un doppio appuntamento insieme a Isabella Tiveron (10 maggio, al Museo diocesano e a Casa Madonnina di Fiesso d’Artico); e dalla presentazione di due volumi di Ortensio da Spinetoli – L’inutile fardello e Introduzione ai Vangeli dell’infanzia con Brunilde Neroni, don Luciano Locatelli e don Giovanni Brusegan (10 maggio al Centro Universitario), per snodarsi nei giorni successivi attraverso vari temi, intrecciando la Scrittura, la Chiesa e il mondo (La Chiesa e i divorziati, 11 maggio, con Luigi Sandri e Nicoletta Sonino); riflettendo sull’Apocalisse (Città celeste, città terrena. Gerusalemme nell’ultimo libro della Bibbia, 11 maggio, con Giuseppe Casarin); ragionando sulla città come grammatica delle relazioni umane (Dal conflitto alla condivisione con Lidia Maggi e Patrizia Parodi, 11 maggio); e sulla comunità cristiana nel suo essere parte della città (La comunità cristiana nella città secolare, 12 maggio con Vincenzo Rosito, Sabino Chialà, don Armando Matteo, don Livio Tonello). Ma non mancherà un appuntamento interreligioso (La Bibbia dell’amicizia. Ebrei e cristiani commentano insieme le Scritture, con Gadi Luzzatto Voghera, Giulio Michelini, Daniele Garrone, rav Adolfo Aharon Locci, Lucia Poli, 12 maggio); una riflessione su L’esperienza di Dio oggi: anche in città?, il 12 maggio con don Chino Biscontin e Giuseppe Casarin; e un approfondimento con i ragazzi dell’iniziazione cristiana a confronto con l’evangelista Marco, grazie a un volume di don Giorgio Ronzoni (La storia di Marco e Barbaba. Per celebrare e ricordare la tua confermazione e prima comunione, domenica 12 maggio al Museo diocesano).

 

  • La prospettiva artistica comprende mostre, itinerari tra luoghi e spazi del territorio, incontri, laboratori artistici e di scrittura per bambini (a Campese, Monastero dell’Invenzione della Santa Croce sabato 11 e domenica 12 maggio), fino agli spettacoli: sabato 11 maggio (Venezia Salva, tragedia incompiuta di Simone Weil, ore 18.30 nella chiesa di Santa Caterina a Padova); domenica 12 maggio (Fratelli In Italia al Centro Culturale San Gaetano, ore 17 a Padova; il musical Il Sogno di Giuseppe alle ore 18 al teatro dell’Opera della Provvidenza a Sarmeola di Rubano), e in appendice lunedì 13 maggio lo spettacolo di Teatrocarcere alla casa di reclusione Due Palazzi (Babele: another brick in the wall). Non mancherà poi il linguaggio del cinema (muto in questo caso) introdotto dal gesuita padre Guido Bertagna (Metropolis, domenica 12 maggio, al Centro Universitario).

 

  • La prospettiva politica e sociale con appuntamenti dedicati all’Etica nella città (con Simone Morandini, Giuseppe Milan e Germano Bertin, venerdì 10 maggio); ma anche alla costruzione della casa comune pensando all’Europa (10 maggio, con Paolo Feltrin e Gianluca Toschi) e al Dossier Disarmo (10 maggio con Carlo Cefaloni e Umberto Zampieri). Spazio sarà dedicato ai temi dell’Agenda 2030 (Abitare la città, abitare la terra, sabato 11 maggio, con Gabriella Caramore, Marco Castrignanò e Luigi Gui); alle pratiche generative di welfare (Dal welfare aziendale al welfare di comunità, 11 maggio, con Franca Maino, Paolo dell’Oro e Fabio Streliotto); alle riflessioni sul futuro della città (Ri-generare, per la Polis del futuro, 11 maggio, con Silvano Petrosino, Maurizio Trabuio e Antonio D’Ovidio), al volume – I volti della città – di un famoso architetto e urbanista, Ludovico Quaroni, su cui ragioneranno sabato 11 maggio Franco Posocco e Angelo Pasotto. In un quartiere-laboratorio della città di Padova – l’Arcella – verrà dato spazio all’educazione alla cittadinanza (12 maggio, Ubuntu_da abitanti a cittadini: utopia educativa?) con Andrea Porcarelli, Francesca Memo, Paola Cosolo Marangon, Arturo Lorenzoni).

 

«Obiettivo del Festival – commenta don Roberto Ravazzolo, responsabile del Festival per Padova – non è dare soluzioni alle tante questioni che ruotano intorno alla città di oggi, ma generare processi a partire da alcune buone domande: cosa vuol dire abitare/co-abitare? Siamo disposti a lasciarci coinvolgere dalle sfide/opportunità che interessano oggi la città? La città è un intreccio di reti sovrapposte (commercianti, studenti, residenti, terzo settore, ecc.): come elaborare uno sguardo di sintesi? Inoltre, la Diocesi di Padova è impegnata a ripensare i modi e le forme della presenza ecclesiale nella città dell’uomo: come essere chiesa di comunità senza perdere la dimensione di chiesa popolare? Si tratta di rimettere al centro le relazioni, recuperare l’appartenenza come incontro delle diversità, equilibrio tra unità e molteplicità».

 

 Per il programma completo http://www.festivalbiblico.it/programma-2019/



X