Vicenza: il programma di giovedì 23 maggio. Tra gli ospiti Giovanni Maria Flick, mons. Corrado Lorefice, Niccolò Fabi, don Dante Carraro

Vicenza: il programma di giovedì 23 maggio. Tra gli ospiti Giovanni Maria Flick, mons. Corrado Lorefice, Niccolò Fabi, don Dante Carraro

In programma per la quarta giornata di Festival Biblico nella sede di Vicenza uno degli appuntamenti più attesi di questa 15a edizione: la lectio magistralis del presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick che, giovedì 23 maggio alle ore 18:00, sarà ospite a Marostica della Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank. “E rendi loro giustizia” (RE 8,49), questo il titolo dell’incontro introdotto da Giandomenico Cortese, sarà una costante interrogazione sul senso di giustizia collettiva e personale.

Ritornando agli appuntamenti in centro città, alle 17:00, al Salotto San Paolo, don Armando Matteo (professore straordinario di teologia fondamentale) e Marco Ronconi (teologo), si interrogheranno su “Ci stiamo abituando a campare? Spunti per una nuova Chiesa”. Nello stesso spazio, ma più tardi, alle 19:00, l’appuntamento è, invece, con monsignor Corrado Lorefice, vescovo dell’Arcidiocesi di Palermo, che sarà ospite dell’incontro “Don Puglisi una città da salvare” che ripercorrerà il costante impegno evangelico e sociale del sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993.

Alle 18:00 nello spazio Pampas – il giardino inclusivo si terrà l’inaugurazione ufficiale dei laboratori e della mostra “I luoghi dell’abbandono: spazi dimenticati italiani ma ancora carichi del passato remoto” – a cura dell’associazione I luoghi dell’Abbandono – con la presentazione degli autori, il talk con i rappresentanti di ARCELLATOWN sui temi della rigenerazione urbana, e per i più piccoli letture creative e laboratori sui temi del verde a cura dell’associazione culturale “Le Mille e Una Arcella”.

Sempre alle 18:00, in Loggia del Capitaniato, l’incontro con il direttore della Scuola di Alta Formazione EIS LUMSA Italo Fiorin e promosso da FISM Vicenza “I bambini e la loro città felice”, presenterà il punto di vista dei bambini sulla “Citta felice” espresso con parole, immagini e azioni raccolte in tre brevi video e in alcuni pannelli, sintesi dei percorsi didattici intrapresi dalle scuole paritarie aderenti alla Fism che hanno esplorato e indagato, con diversi linguaggi, il tema della cittadinanza.

Alle 18:15 appuntamento con il terzo silent play del ciclo Plurimi orizzonti che per questo ultimo appuntamento accompagnerà il pubblico alla scoperta di Corso Padova, una delle assi di collegamento più antiche di Vicenza che sta assistendo alla nascita di una social street, con un’immersione e un’indagine curiosa tra le attività, le persone, le relazioni che ogni giorno si sviluppano e alle quali si vuole dare una voce.

Alle 18:30 all’Oratorio San Nicola da Tolentino, l’incontro biblico teologico con don Stefano Romanello, dal titolo “L’esistenza tra due città”, approfondirà il tema del debito paolino verso le strutture dell’impero, l’influsso di esse sull’immaginario dell’Ekklesia e la contemporanea riserva critica verso esse, spesso latente e accennata, dovuta all’appartenenza dei credenti a una “cittadinanza” celeste (FIL 3,20).

Sempre alle 18:30 Asastudio ospiterà l’incontro “Pontifex”, una chiacchierata con Flavio Albanese – fondatore e presidente di Asastudio – sul ponte e le sue declinazioni: linguistiche, architettoniche, urbanistiche, alternando lo sguardo dal fiume che scorre sotto la sala al nulla di un’esperienza acusmatica. In occasione dell’incontro si terrà anche la prima esecuzione di “Fragore”, l’opera elettroacustica del compositore Lorenzo Pagliei, realizzata presso lo studio G.R.A.I.M del Conservatorio di Musica di Vicenza “Arrigo Pedrollo”. “Pontifex” si inserisce in un ciclo di tre appuntamenti – gli altri due sono entrambi in programma per sabato 25 maggio – dedicati ai ponti: “in tempi in cui si costruiscono muri e bastano poche miglia d’acqua per rendere la vita un miraggio irraggiungibile” – spiega Giovanni Costantini curatore del ciclo – “vogliamo, invece, parlare dei ponti: si partirà da quelli reali, architettonici, per poi giungere sull’altra sponda, a parlare di quelli metaforici, sociali. Perché la Polis ha bisogno di entrambi”.

Giovedì 23 maggio sarà anche il giorno di apertura del dAbar, il café culturale temporaneo del Festival Biblico in Corte dei Bissari, che inaugurerà con due immancabili concerti: alle 19:00 Contrada Lorì, la travolgente formazione originaria del borgo di Aversa, e, a seguire, l’atteso concerto di Julia Kent che presenterà il suo ultimo apprezzatissimo disco Temporal.

Il programma della giornata si concluderà alle 21:00 con due appuntamenti. In Loggia del Capitaniato Gadi Luzzatto Voghera, direttore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, sarà ospite dell’incontro “Stranieri/cittadini. La minoranza ebraica nell’Europa cristiana“. A introdurre la serata sarà il direttore de La Voce dei Berici, Lauro Paoletto. In via Firenze, invece, Niccolò Fabidon Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm, si interrogheranno, moderati da Federico Taddia, su “Quale casa? Quale città? Da dove ripartire a fare comunità”

 

____

Nota importante: a causa delle instabili condizioni meteo alcuni eventi in programma potranno subire variazioni di data, orario, luogo o cancellazioni. Per essere sempre aggiornati in tempo reale sul programma consultare il sito www.festivalbiblico.it o la pagina facebook @festivalbiblico.



X