40.000 grazie a tutti!

40.000 grazie a tutti!

L’ottava edizione del Festival Biblico si è appena conclusa con una grande partecipazione di pubblico. Le stime delle presenze ai 150 appuntamenti nelle 14 località coinvolte dalla manifestazione, superano quota 40.000. Al di là dei numeri, in questi giorni abbiamo partecipato ad appuntamenti di notevole spessore culturale, sociale e religioso. Abbiamo respirato un grande entusiasmo che ci è stato manifestato da tante persone giunte da tutta Italia e, in qualche caso, anche dall’estero.

A conclusione dell’ottava edizione desideriamo esprimere alcuni ringraziamenti.

Anzitutto un vivo grazie a tutti gli ospiti – biblisti, filosofi, testimoni, artisti, poeti, scienziati, educatori, musicisti, animatori… – che hanno accettato di essere parte attiva del festival e ci hanno aiutato ad indagare, sentire, pensare in modo qualitativamente ricco e plurale il tema “perché avete paura? La speranza dalle Scritture”. Una sinfonia di voci e prospettive cui capita di rado di poter partecipare.

Assieme a loro diciamo grazie alla Diocesi di Vicenza e alla Società San Paolo, promotori dell’evento, e alle tante realtà culturali e associative – laiche ed ecclesiali – che con idee, progetti e iniziative specifiche hanno reso bellissimo questo fine mese di maggio.

Grazie ai 200 volontari, attivi in tutte le diverse sedi degli eventi, che hanno fatto funzionare la macchina organizzativa con spirito di dedizione ed efficienza; in particolare un plauso agli “Amici del Festival Biblico” che, nelle ultime 4 giornate a Vicenza, hanno garantito il buon svolgimento degli 80 eventi programmati in città.

Grazie alle istituzioni, al Comune di Vicenza e alla Regione del Veneto, al Servizio nazionale per il Progetto Culturale della Chiesa Cattolica, alle fondazioni e alle decine di imprese private che con il loro sostegno e contributo economico hanno permesso che le nostre idee e progetti si tramutassero in realtà.

Un grazie ai media locali e nazionali e ai giornalisti accreditati che hanno seguito con attenzione l’intera manifestazione offrendo un riscontro di particolare rilievo a molti degli eventi proposti e permettendo a tante persone che non hanno potuto essere fisicamente nei luoghi del festival di prendervi comunque parte.

Il grazie più grande – infine – è per tutti coloro che hanno accettato l’invito a partecipare al festival: la loro presenza piena di interesse e a volte entusiasta, è ciò che più ha contribuito a renderlo un’esperienza culturalmente e spiritualmente viva, che a tratti ha assunto anche il volto della festa.

 

A tutti diciamo: arrivederci al festival 2013 su «fede e libertà»!

 

I promotori e organizzatori del Festival Biblico



X