A passeggio per Mostre bibliche

A passeggio per Mostre bibliche

Le esposizioni a completamento del programma del Festival Biblico sono tantissime in questa IX edizione. Scopriamone altre.
Tutta da scoprire (ed apprezzare) è la collettiva di arte sacra contemporanea intitolata “Mani d’artista. Quando la fede nella terra diviene libertà”, ospitata al Centro Espositivo dell’Artigianato ArtisticoVicentino fino al 23 giugno (da martedì a domenica 10.00-12.00/15.00-19.00) e realizzata in collaborazione con il Museo Civico della Ceramica di Nove . Splendide opere in ceramica, espressione della creatività e della ricerca di 15 artisti di talento, sono state selezionate direttamente dal Museo Civico della Ceramica di Nove ed ora fanno mostra di sè per il pubblico del Festival nella Sala del Capitolo del Palazzo del Monte di Pietà, antica e prima sede della Biblioteca Bertoliana. Questi gli artisti: Manuela Bedeschi, Luciana Bertorelli, Luigi Carletto, Paolo Chiota, Roberto Costa, Ferruccio De Mori, Giuseppe Facchinello, Floriano Gheno, Igino Legnaghi, Chiara Lorenzon, Alberto Salvetti, Natalino Sonda, Annamaria Targher, Pietro Giuseppe Zanolli, Lorenzo Zanovello.   Le sue mani non hanno modellato ceramica ma il legno. Lui è Wilhelm Senoner , artista e scultore della Val Gardena che espone al Complesso Monumentale di san Silvestro(mercoledì, giovedì, venerdì 16.00-20.00; sabato e domenica 11.00-20.00) con la mostra “Il ritmo dell’essere”, collezione di alcune delle sue opere più recenti. Essenzialità, forme severe quasi arcaiche, colori intensi e matericità sono i tratti salienti del suo linguaggio che, per l’occasione del Festival Biblico, ha voluto rappresentare nel legno, la fede, come percorso di ricerca, libertà e autenticità.



X