A Rovigo tre importanti Lectio Magistralis per una riflessione sul tema del Festival 2016

A Rovigo tre importanti Lectio Magistralis per una riflessione sul tema del Festival 2016

Sono le tre Lectio Magistralis, con ospiti di livello nazionale, il fiore all’occhiello del Festival Biblico rodigino: tutte presso il Salone del Grano della Camera di Commercio alle ore 18.00.
Si comincia venerdì 20 maggio con il filosofo Enrico Berti, presidente onorario dell’istituto internazionale di filosofia e Donatella di Cesare, filosofa e opinionista de IlCorriere della Sera. I due ospiti presenteranno ‘Il bene fragile e il banale male. Breve distanza etica’, per una riflessione filosofica, politica ed etica sulle dimensioni del bene e del male, a partire dagli scritti di Annah Arendt, autrice de ‘La banalità del Male’ e di Martha Nussbaum, scrittrice de ‘La Fragilità del bene’.
Sabato 21 maggio la riflessione verterà a partire da una domanda: gli attuali studi genetici cosa possono affermare sulla predisposizione etica dell’uomo? Siamo liberi o condizionati geneticamente di fronte alla vita? ‘Il gene egoista. Genetica e beatitudini’ è un dialogo tra scienza e bellezza con Guido Barbujani, docente universitario a Ferrara, scrittore e genetista, e Dacia Maraini, scrittrice di fama internazionale.
Domenica 22 maggio, la considerazione si sposterà attorno agli scenari del Medio oriente. “Il nome di Dio è Misericordia. Il giubileo per tutta la terra” è il titolo dell’evento a cui parteciperanno Andrea Tornielli, giornalista e vaticanista de La Stampa, autore del libro-intervista a Papa Francesco Il nome di Dio è misericordia e Maruon Lahham, vescovo ausiliare di Gerusalemme e vicario patriarcale in Giordania. Introduce Josef El Kouri, medico siriano.
Le Lectio Magistralis si svolgeranno con ingresso libero fino ad esaurimento posti.
I possessori della FB card 2016 avranno la possibilità di prenotare i loro posti, che rimarranno occupati fino alle 17.45.
Nella foto i protagonisti delle Lectio.


X