Al Museo Diocesano il 12 aprile inaugura ‘I doni della Gigantessa’

Al Museo Diocesano il 12 aprile inaugura ‘I doni della Gigantessa’

Un percorso sul filo dell’evocazione delle immagini e della poesia per risvegliare quella meraviglia, quello stupore di fronte ai doni del Creato che ci fanno riscoprire il valore di esserne i custodi. È questo il senso che avvolge “I doni della gigantessa – I custodi del Creato siamo noi” , la mostra inedita della Fondazione ?t?pán Zav?el di Sarmedecurata da Monica Monachesiche arriva, in occasione della XI edizione del Festival Biblico , al Museo Diocesano di Vicenza dal 12 aprile al 21 giugno . Un appuntamento con immagini, colori e parole, per piccoli e grandi lettori, attorno ad un tema immenso come il cosmo, importante come ogni sua più piccola creatura.  L’inaugurazione si terrà domenica 12 aprile alle ore 16.30alla presenza di Marina Marcolin , illustratrice, e di Guia Risari , autrice del libro ‘Il regalo della Gigantessa’ , da cui prende il nome la mostra e che uscirà nella versione italiana edito da Buk Buk proprio in occasione dell’esposizione e del Festival Biblico.  “Il tema proposto quest’anno dal Festival Biblico ‘Custodire il Creato, coltivare l’Umano’ è uno di quei temi che io reputo necessari – spiega la curatrice Monica Monachesi-primo perché i bambini richiedono e hanno bisogno di una serietà di contenuti che va rispettata e nutrita e perché questa è una mostra che, attraverso la meraviglia che provoca l’arte, permette di diventare consapevoli dei doni che abbiamo ricevuto e anche di diventarne attivi custodi. In questa mostra si parla di bellezza due volte, la bellezza del Creato che ci è stato dato e quella dell’uomo che consiste nella sua capacità stessa di creare bellezza.”  L’esposizione si compone delle illustrazioni originali di ben 11 libriche raccontano attraverso l’emozione del disegno il tema del Festival Biblico ‘Custodire il Creato, coltivale l’Umano’ e di sei illustrazioni su altrettanti miti cosmogonici della collana ‘Le immagini della fantasia’ di Franco Cosimo Panini Editore. Tra i grandi illustratori in mostra, Alessandro Gottardo, Bhajju Shyam, Beatriz Martín Terceño, Mariana Chiesa, Bernardo Carvalho, Madalena Matoso, Mattias De Leeuw, Adrienne Barman, Cho Won hee, Marina Marcolin, Antonella Abbatiello, Marilda Castanha, Alessandra Cimatoribus, Giulia Orecchia, Chiara Raineri, Alenka Sottler . La mostra comprende anche una serie di incisioni sul tema realizzate da Marina Marcolin, illustratrice vicentina le cui opere sono state selezionate dalla Society of Illustrators e saranno esposte al Museum of American Illustration di New York. Tra le chicche dell’esposizione, la possibilità di rivedere i due capolavori dell’animazione di Frédérick Back ‘Tout Rien’ e ‘L’uomo che piantava gli alberi’che richiamano al nostro ruolo di custodi del creato e indagano il rapporto Uomo-Natura. Tanti, oltre agli artisti, anche gli eventi collaterali, come i laboratori didattici per bambini e le visite guidate su prenotazione con gli animatori Anita Liotto, Franco Mastrovita, Elena Marconato e Silvia Zaccaria . La mostra sarà aperta da martedì a domenica , dalle ore 10,00alle 13,00e dalle 14,00alle 18,00 . L’ingresso, valido per tutto il Museo, costa € 5,00 l’ intero € 3,50 il ridotto (riduzione di legge e Card del Festival Biblico) e € 7,00 per la famiglia. Per tutte le informazioni e prenotazioni: segreteria@festivalbiblico.it -www.festivalbiblico.it – tel. 0444 937499 – 0444 1540019 . Museo Diocesano di VicenzaPiazza Duomo, 12 0444 226400museo@vicenza.chiesacattolica.it



X