Cereal Docks Spa: un viaggio insieme al festival per la “seconda accoglienza”

Cereal Docks Spa: un viaggio insieme al festival per la “seconda accoglienza”

Dal viaggio all’arrivo. Accogliere per integrare. Un pezzo di strada da fare insieme, a partire dal Festival Biblico, grazie anche al contributo di uno dei più importanti gruppi industriali italiani: Cereal Docks Spa.

Il progetto sociale del festival di quest’anno, che con la vendita di bottiglie di pregiato prosecco del Consorzio di Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, contribuisce ai progetti di Caritas Vicentina “Rifugiato in famiglia” e “Adozione di vicinanza” per la seconda accoglienza, è sostenuto infatti da Cereal Docks Spa.

«Per Cereal Docks il legame con la terra e con chi lavora e raccoglie i suoi frutti è molto di più di una relazione commerciale: è il suo codice genetico. Per questo, l’azienda si sente vicina a coloro che sono costretti a lasciare la propria terra a causa di guerre, conflitti religiosi, discriminazioni e povertà. Chi affronta un viaggio con la speranza di un futuro migliore, un viaggio che spesso mette a rischio la vita, ha bisogno di essere aiutato a ricreare le proprie radici, superando la paura, l’incertezza e il bisogno. Oggi siamo così abituati a sentir parlare di salvataggi in mare e di prima accoglienza in situazioni di emergenza che spesso dimentichiamo che esiste anche un ‘dopo’. Il progetto della Caritas Diocesana di Vicenza prende in carico la fase successiva, forse ancora più delicata e importante per il futuro dei richiedenti asilo. Fornire cibo, ricovero, cura, al momento dell’arrivo è importante. Pensiamo sia responsabilità condivisa con le istituzioni, con la società e con il mondo delle aziende anche il percorso successivo, per aiutare queste persone a creare le condizioni legali, sociali ed economiche necessarie per integrarsi nella nuova realtà. Il lavoro della Caritas Diocesana è una testimonianza di responsabilità sociale, oltre che di generosità e carità cristiana. Come azienda vogliamo dare il nostro sostegno a questo progetto, che guarda ad una dimensione ampia e impegnativa: aiutare queste persone a costruire il proprio futuro».



X