Da Bordeaux a Gerusalemme: antichi pellegrini e moderni cammini

Da Bordeaux a Gerusalemme: antichi pellegrini e moderni cammini

Una giornata per osservare il codice burdigalese, antico manoscritto che traccia il percorso verso la Palestina. Sabato 23 maggio la biblioteca Capitolare di Verona , una delle più antiche esistenti, apre le porte per tutta la giornata. Protagonista il manoscritto n° 52 , che riporta l’Itinerario Burdigalense, così chiamato dal luogo in cui inizia il percorso, cioè da Burdigala, l’odierna Bordeaux, che descrive un itinerario di pellegrinaggio verso la Palestina , realizzato nell’anno 333 d.C., ovvero all’alba del grande fenomeno che diventerà nei secoli successivi il pellegrinaggio verso Gerusalemme. Il manoscritto del secolo X, custodito a Verona, è il secondo esemplare più antico, dopo quello di Parigi, a restituirci l’itinerario.Alle 17, di fronte all’antico manoscritto, parlerà padre Eugenio Alliata , archeologo Francescano e docente dello Studio Biblico Francescano di Gerusalemme, uno dei massimi conoscitori degli antichi itinerari percorsi via terra e via mare dai pellegrini. Sempre più il pellegrinaggio a piedi sta tornando ad essere vivo e significativo per i fedeli di tutto il mondo: preziosa, dunque, sarà, dopo la lezione di padre Alliata la testimonianza di Francisco Sancho , che nel 2014 ha percorso ottomila chilometri di pellegrinaggio a piedi. Due voci e due racconti intrecciati dal sottile filo rosso che unisce da secoli una pratica, quella del pellegrinaggio, che trasforma l’esperienza umana in relazione profonda con Dio e il Creato. Sarà possibile vedere il codice burdigalense per tutta la giornata e sono organizzate visite guidate a cura di Claudia Adami (Biblioteca Capitolare, p.zza Duomo, 19, Verona – orari visite: 9.30-12.30; 15.30 -18.30).



X