Daverio, Sporschill, Lavender, Lieby il 31 maggio

Daverio, Sporschill, Lavender, Lieby il 31 maggio

Una conversazione sulle donne e la Bibbia con la teologa Irmtraud Fischero un incontro con Angèle Liebyper scoprire la sua incredibile storia tra la vita e la morte? Ascoltare padre Georg Sporschillsulla spiritualità degli ultimi o dialogare sulla scuola ideale con Eraldo Affinati ? Una chiacchierata con Philippe Daverioo una visita alle icone di Palazzo Leoni Montanari?Uno spettacolo con Patricia Zancoo una serata con i The Sun , Routy Miurae Goodbye Visaall’evento giovani del Festival? L’ascolto del Coro Valdeseo quello della musica sacra di Haendel ? Perché non tutto questo insieme?  Il Festival Biblico, sabato 31 maggio , propone un’offerta culturale talmente trasversale, con ben 23 eventi , che ci sarà ampia scelta per tutti.  CONVERSAZIONI . Le conversazioni, ad esempio, saranno addirittura undici. Si inizia alle 10.00al Centro Studi Presenza Donna (Contrà San Francesco Vecchio, 20) con “Le molte narrazioni e le donne” , ermeneutica biblica in chiave femminile che vedrà protagoniste la teologa Irmtraud Fisher , la pastora Elizabeth Green , la storica della Chiesa Marinella Perronie il teologo Gian Attilio Bonifacio . Al Palazzo Opere Sociali(Piazza Duomo, 2), alle 10.30Angèle Liebypresenterà il suo libro “Una lacrima mi ha salvato” , un incredibile racconto di vita oltre la morte apparente che ancora divide, in alcuni casi, l’opinione pubblica. Angèle, dopo essersi sentita male, viene ricoverata in ospedale e sottoposta a coma farmacologico e tracheotomia. I medici la danno per morta e invitano i familiari a pensare di “staccare la spina”. Ma Angèle, come racconta nel suo libro, sentiva tutto, anche il dolore, erano solo i suoi nervi a darle un’ apparente immobilità. Solo una lacrima, alla fine, rivela la verità e dà inizio alla riabilitazione. Questa storia, la Lieby, la racconterà dal vivo, insieme al giornalista Antonio Rizzolo , in un evento in collaborazione con Fondazione Zoèe Credereche verrà trasmesso in streaming sul sito www.festivalbiblico.it e con traduzione simultanea in Lis . Mezz’ora dopo, alle 11.00 , la biblista Antonella Anghinoniproporrà “La storia di Lidia: una parola che apre il cuore” , primo incontro dedicato agli Atti degli Apostoli di un minicorso sulla Bibbia presso la Chiesa Evangelica Metodista(contrà San Faustino, 10); alle 11.30 , invece, nello Spazio Incontri di Piazza Duomo il direttore della Voce dei Berici, Lauro Paoletto , presenta la versione digitale del settimanale diocesano in “La Voce si fa digitale” . Ancor più ricca l’offerta delle conversazioni pomeridiane. Alle 15.00nel Palazzo delle Opere Sociali lo scrittore e teologo Antonio Spadaro , con la giornalista Alessandra Buzzetti , affronterà un tema molto attuale, illustrando le sfide comunicative del pontificato di Papa Francesco: “Dire la fede al tempo della Rete”. L’evento, trasmesso in diretta streaming sul sito del Festival Biblico, sarà visibile in differita anche su Telechiara(canale 14) il giorno 2 giugno alle ore 20.45 . Alle 16.00nello Spazio Incontri di Piazza Duomolo scrittore Eraldo Affinati , docente de ‘La città dei ragazzi’ , scuola speciale per ragazzi difficili di Roma e fondatore, con la moglie, della Penny Wirton , scuola di italiano per stranieri,incontrerà il giornalista Paolo Pegoraro per parlare de “Il sogno di una scuola” , mentre alle 17.00 , nella Chiesa Evangelica Metodista, lo storico Mario Cignonie il pastore William Jourdandiscuteranno de “La Bibbia: storia di una sconosciuta” , svelando fatti poco noti sulla stampa delle varie edizioni del Testo Sacro. Sempre alle 17.00al Palazzo delle opere Sociali, grande attesa per padre Georg Sporshill , il prete che opera nelle periferie del mondo. In dialogo col giornalista Stefano Stimamiglioin “Cosa ho imparato dal Cerdinal Martini e dai bambini di strada” , porterà alla rassegna culturale la sua preziosa e toccante esperienza con i bambini di strada, ma anche con i barboni di Vienna e i rom di Tochindeal. Gesuita tra i poveri della Romania, Sporschill racconterà anche del suo rapporto con il cardinal Martinie di che cosa può tramandare di questo rapporto speciale. L’Istituto Culturale delle Scienze Sociali Niccolò Rezzara (Contrà delle Grazie, 14) ospiterà alle 17.30″Religiosità popolare tra memoria e racconto” , intervento di Giuseppe Dal Ferro , direttore dello stesso Istituto, di Antonio Zuliani , psicoterapeuta, e di Lauro Paoletto , direttore de “La Voce dei Berici”, in attesa dell’evento delle 19.00che al Tempio di Santa Coron a (Contrà S. Corona, 2) vedrà protagonista il critico d’arte Philippe Daverioche in dialogo con Bruna Mozzi , critica letteraria, discuterà su “Storia come mito o come narrazione” . Alle 19.00 , poi, il testimone passerà alle Opere Socialial gruppo composto da Gian Luca Carrega , Stefano Gobbi , Margherita Oggeroe Gregorio Pellegrino,che presenterà la collana “Scrittori di Scrittura – Dio ci ha dato la parola per raccontarla”della  Effatà Editrice.Oltre alle numerose conversazioni si potrà partecipare ad altri tipi di dialoghi e discussioni: alle 9.00immancabile, come ogni anno, la seguitissima meditazione mattutina “Raccontare il destino: Rebecca” , condotta dal monaco benedettino Michael Davide Semeraroin collaborazione con Associazione Presenza Donna di Vicenza (Chiesa di Santo Stefano, Contrà S. Stefano, 6). Alle 15.00avrà luogo all’Oratorio del Gonfalone (Contrà Canneti) la lectio magistralis “Racconti di vita e di fede”con Earl Lavander , direttore del Dipartimento di Missional studies alla Lipscomb University di Nashville(Texas) e Francesco Fergnani , della Chiesa di Cristo di Vicenza, e alle 16.30ci sarà un’ulteriore Lectio Magistralis, stavolta animata dal monaco Luciano Manicardie dal biblista Alberto Velasul tema “Gesù, narratore di Dio”(Chiesa di San Gaetano, corso Palladio 147). ARTI VISIVE.L’appuntamento per gli appassionati d’arte è alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari (Contrà Santa Corona, 25). Alle 10.00 partirà una visita guidata alla collezione di icone russe su prenotazione (nr. 800 578875) dal titolo “Le icone raccontano” , mentre alle 11.00 , la pastora battista Lidia Maggi , assieme al teologo Dario Vivian , illustreranno “Narrare il Vangelo” , riflessione sull’iconografia della Risurrezione e sedici feste. Alle 18.30Davide Zordan , con il giornalista Paolo Pegoraropresenterà il suo libro “La Bibbia a Hollywood” , una conferenza multimediale all’Ekuò Cinema .
ANIMAZIONI . Alle 12.30 si potranno ascoltare gli stessi Lidia Maggie Dario Vivian , accompagnati dagli studenti del Conservatorio “A. Pedrollo”di Vicenza, in “Narrare l’amore e il dolore: Davide e l’amico Gionata”e al termine dell’intervento i possessori della Card 2014, prenotandosi sul sito del Festival, potranno partecipare ad una degustazione a cura dell’ Enaip(Ente Nazionale ACLI Istruzione Professionale). Alle 16.30 , all’Oratorio del Gonfalone (Contrà Canneti), l’Associazione Faro Culturaleproporrà invece una vera e propria biblioteca vivente in “Mi rivelo raccontando Dio” . SPETTACOLI . Gli spettacoli, infine, prenderanno il via alle 16.00 , quando le Piazze del Centro Storico saranno invase dal concerto itinerante con lettura di brani biblici del Coro del Collegio Valdese , che si esibirà in “Good Lord, show me the way…walking” . Alle 21.00 , poi, nella Chiesa di Santo Stefano, Patricia Zancopresenterà “Madri” , una performance teatrale di Maria Teresa Ferrari , mentre in contemporanea, nella Basilica dei SS. Felice e Fortunato (corso San Felice, 219), il Coro e l’Orchestra barocca “A. Palladio”diretti da Enrico Zanovelloe con la partecipazione di Pino Costalunga , nella voce narrante, terranno un grande concerto diviso in due parti dal titolo”Vicende bibliche nelle musiche di Haendel” . Alle 21.30avrà inizio “Una canzone in cui credere per raccontare la vita – parole, musiche e valori di giovani artisti” , l’evento per i giovani del Festival Biblico che chiude la giornata di sabato in musica. Allo Spazio Incontri di Piazza Duomo si alterneranno, infatti, il cantautore rap romano Routy Miurae i vicentini Goodbye Visa , rispettivamente vincitore e finalisti con menzione speciale della passata edizione del contest musicale del Festival Biblico dedicato a giovani artisti emergenti “Una canzone in cui Credere – Premio Friuladria”(per partecipare alla nuova edizione regolamento su www. unacanzoneincuicredere.it) . Ma gli ospiti non sono finiti: Francesco Lorenzie i The Sunpresenteranno il libro “La strada del sole” , scritto dal frontman del gruppo ed edito da Rizzoli. Conduttori speciali i giornalisti Antonio Stefanie Stefano Ferrio . L’evento è a ingresso gratuito e in collaborazione con Friuladria – Credit Agricole , Radio Vigiova , Bee Studio , Noi associazionee Pastorale giovaniledella diocesi di Vicenza.



X