Eventi dell’Ovest vicentino

Eventi dell’Ovest vicentino

Otto eventi tra il 31 maggio e il 4 giugno porteranno leScritture nei territori dell’Ovest Vicentino, sull’asse Montecchio, Arzignano e Chiampo. MONTECCHIO MAGGIORE- La sede di Montecchio – che ha curato anche un evento di anteprima, il mini pellegrinaggio verso Chiampo con la visita ai mosaici di Rupnik, il 26 maggio – propone 3 eventi serali. Il primo, “Alle radici della fede dei nostri padri”, in Duomo il 31 maggio alle 20.45 , vuole essere ilrecupero delle tradizioni di fede del territorio, partendo dalla storia del primo avamposto della cristianizzazione dell’ovest vicentino, l’antica Pieve di Montecchio, raccontata da Antonio Marangoni , direttore ArchivioDiocesano di Vicenza, assieme allo storico VincenzoRoetta,all’architetto GiuseppePillae alDirigente nel Comune di Montecchio RobertoBorghero . Ad accompagnare la serata gli interventi di musica antica dell’ensamble La Quarta Giusta . Evento ad ingresso libero in collaborazione con le Parrocchie di Montecchio Maggiore eil sostegno della Sparkasse – Cassa di Risparmio di Bolzano, filiale di Montecchio Maggiore. E’fissato al pozzo del castello della Villa di Romeo, il 2 giugno alle 18.00 ,l’appuntamento tra il filosofo Umberto Curi , il teologo Dario Viviane la scrittrice Mariapia Veladiano , per rievocare l’immagine guida del festival, laSamaritana al pozzo. Tra un confronto e l’altro l’incontro “Al pozzocon la Samaritana” terminerà con una gustosa sorpresa. Momento finale il 4 giugno alle 20.45nella Sala SanPaolo in località Alte con le riflessioni bibliche di Aldo Martinnella lectio”Il credente: uomo libero? Fede e libertà, un intreccio fecondo” accompagnate dal commento musicale a cura dell’arpista Elena Bellon . In collaborazione conle Parrocchie di Montecchio Maggiore e Sparkasse – Cassa di Risparmio diBolzano, filiale di Montecchio Maggiore. ARZIGNANO- Un libro, un film e una indimenticabile figura biblica sonoi tre ingredienti che hanno dato vita alle altrettante proposte della sede di Arzignano.A rompere il ghiaccio, il 31 maggio alle 21.00 , in Duomo, la teologae biblista Antonella Anghinoniche spiegherà “L’emoroissa: l’audacia di un gestoche libera e salva” con letture bibliche e l’accompagnamento musicale,all’organo, di Marta Grandi. Il senso della vita in uno dei luoghi piùdifficili del mondo è invece la trama su cui si snoda il film “Un giorno deviandare” di Giorgio Diritti , proiettato gratuitamente il 2 giugno alle 18presso il Teatro Mattarello e introdotto dal commento del criticocinematografico Olinto Brugnoli . Terza ed ultima proposta il 5 giugno alle 21 alla Rocca di Castello dove Luca de Marzi , giornalista del settimanalediocesano La Voce dei Berici presenterà il suo libro “Fratelli e sorelle inumanità. Navigare negli abissi di Dio per scoprire la propria libertà”.All’incontro interverrà anche il monaco benedettino MichaelDavide Semeraro . CHIAMPO- I due eventi della sede di Chiampo si concentrano nella fascia serale di sabato 1 giugno . Alle 18 , in Biblioteca, il sociologo escrittore Massimiano Bucchipresenta “Il pollo di Newton. La scienza in cucina”, storia di come, nel corso dei secoli, esperimenti e ricette siano sempre stati legati. Alle 20invece,nella sala delle feste delle OpereParrocchiali cena biblica al “sapore di libertà” per confermare la fiducia nella terra e tra la comunità di uomini. Introduce la serata con una riflessione biblica il teologo don Dario Vivian . Quota di partecipazione: 10euro.



X