dialogo

 

IL BUIO NECESSARIO
Osservare l’oscurità con occhi nuovi

 

con Francesca Rigotti (filosofa), Alessandro Tonon (counsellor filosofico)

 

sabato 21 maggio ore 18:00
Vittorio Veneto, Ceneda – Aula civica, Museo della Battaglia, Piazza Papa Giovanni Paolo I, 1

 

Il binomio buio/luce è uno dei temi chiave per comprendere l’Apocalisse. Secondo San Giovanni, ai tre giorni di buio inviati come castigo divino, segue un momento di fulgore, di forza e di crescita per il Cristianesimo. In questo modo possiamo leggere il buio come un passaggio necessario e in qualche modo propedeutico alla rinascita, alla luce. Si tratta di tematizzare il buio attraverso una nuova ottica, meno intuitiva e banale: proprio di questo si è occupata anche la filosofa Francesca Rigotti, che nell’oscurità vede una condizione di pienezza di vita e di ricchezza speculativa, una dimensione che può essere anche protetta e non solo offensiva. In altre parole, lo spazio in cui riposare e riflettere, anche per tornare di nuovo alla luce con uno spirito nuovo.

 

In collaborazione con: La Chiave di Sophia

 

prenota il tuo posto

 


 

Francesca Rigotti filosofa e saggista, è stata docente nelle università di Göttingen, Princeton e Zurigo e dal 1996 al 2021 all’Unibversità della Svizzera Italiana a Lugano. Studia le procedure metaforiche e simboliche nel pensiero filosofico e politico e nella vita quotidiana e collabora con vari media italiani e svizzeri. Tra i suoi libri da lei più amati, tra i più di trenta pubblicati (alcuni tradotti in tredici lingue): Il filo del pensiero, 2002 e 2021; Buio, 2020; De senectute (2018); Onestà (2014); con Duccio Demetrio, Senza figli. Una condizione umana (2012); Filosofia delle piccole cose, 2004; L’onore degli onesti, 1998; Il potere e le sue metafore, 1991. È stata insignita del «Premio Standout Woman Award International» Edizione 2016 e del Premio della Fondazione del Centenario (2020).

 

Alessandro Tonon è counsellor filosofico e redattore della rivista La chiave di Sophia. È autore per alcune riviste e quotidiani e insegna alla scuola secondaria di primo grado.

X