Il Festival ad Arzignano e Chiampo

Il Festival ad Arzignano e Chiampo

Una conversazione su Papa Francesco, una cena biblica, un racconto del contemporaneo visto attraverso gli occhi di Agar, la schiava egiziana di Sara, moglie di Abramo. Comunicazione della Parola, cibo e visioni femminili sono l’inedita e interessante combinazione che propone l’area di Arzignano e Chiampo per la decima edizione del Festival Biblico con ospiti del calibro di Michael Davide Semeraro, Arianna Prevedello e Don Dario Vivian . L’appuntamento più atteso è quello di chiusura del 27 maggio alle 20.45 , nella Rocca di Castello ad Arzignano (piazzale della Vittoria, 35). Il monaco benedettino Michael Davide Semeraronell’incontro dal titolo “Albero di gesti, frutti del Vangelo” , presenterà il suo ultimo libro “Papa Francesco: la rivoluzione dei gesti” . La potenza comunicativa del Pontefice argentino sarà illustrata in un dialogo tra Semeraro e Arianna Prevedello , esperta di comunicazione. La sera precedente, lunedì 26 maggio alle 20 , sarà ospitata invece a Chiampo , presso la Sala delle feste – Opere Parrocchiali (via S. Martino, 35) una cena biblicadal titolo “Invitati alla mensa, narriamo di Dio e dell’uomo” . Ospite speciale sarà il teologo Dario Vivian , che guiderà i commensali in una riflessione attorno al cibo e al vino nelle Scritture, dando spazio alla condivisione e alla convivialità. Il costo della partecipazione è di 15 euro fino ad esaurimento posti . Gigliola Tuggia , suora della Divina Volontà che da anni si occupa di esegesi biblica, condurrà invece la meditazione “A un tiro d’arco dal pozzo, oltre i confini – storie di oggi narrate alla luce del racconto di Agar” , che avrà luogo il 23 maggio, alle 20.45 , alla Casa Sant’Angela di Arzignano (via Cavour, 51). L’intento è quello di illuminare vicende contemporanee attraverso la figura di questa donna ripudiata, madre amorevole e fedele, che nella Genesi è costretta ad allontanarsi da Abramo a causa della gelosia di Sara.



X