Il Festival Biblico in LIS, lingua dei segni

Il Festival Biblico in LIS, lingua dei segni

Il Festival Biblico dà il benvenuto tra i suoi ospiti alle persone non udenti. Alcuni incontri, infatti, saranno tradotti in diretta in LIS, la lingua dei segni. Gli appuntamenti che potranno contare sulla traduzione in LIS si concentrano nel fine settimana conclusivo del Festival, a Vicenza.

Primo incontro in LIS venerdì 26 maggio, alle 17, in Piazza dei Signori, “Cammino ergo sum”, storie di viaggi, con la conduttrice televisiva Licia Colò, il pellegrino Francisco Sancho, il vescovo ausiliario di Perugia Paolo Giulietti, Antonio Diella di Unitalsi e con il giornalista Antonio Rizzolo.  Il secondo è la sera stessa, alle 20.45, al Palazzo Opere Sociali di Piazza Duomo 2, per “Il viaggio come preghiera” con la biblista Donatella Scaiola e la moderazione di Leopoldo Sandonà.

Il terzo incontro tradotto in LIS è in programma sabato 27 maggio, alle 18.30, in Chiesa vecchia Ara Coeli, con protagonista lo scrittore Daniele Garota chiamato a parlare di “Gesù, il messia venuto e poi andato, che di nuovo verrà”. Ultimo appuntamento con il linguaggio dei segni domenica 28 maggio, alle 17, in Piazza dei Signori “Ciao mamma, vado in Africa”, storie di giovani insieme a Medici con l’Africa CUAMM.



X