Il viaggio del Festival della Fondazione Banca Popolare di Marostica/Volksbank

Il viaggio del Festival della Fondazione Banca Popolare di Marostica/Volksbank

di Roberto XausaPresidente Fondazione Banca Popolare di Marostica – Volksbank

In questo momento parlare di banche e di attività finanziarie collegate alla Comunità veneta e vicentina in particolare, potrebbe essere un buon motivo per impugnare il telecomando e cambiare canale.

La grande sfida  della Fondazione Banca Popolare di Marostica/Volksbank sta, appunto, nel cercare di diventare uno strumento ed un punto di riferimento per il sostegno economico alle iniziative che coinvolgono la nostra Società locale nella Cultura, nel Sociale e nel Turismo.

La nostra mission si legge soprattutto nelle centinaia di interventi approvati, un modo per restituire al territorio una parte della raccolta che il nostro Istituto bancario di riferimento, la Banca Popolare dell’Alto Adige Volksbank, ha deciso di investire nel vicentino.

Ed è proprio per un segno di adesione ai valori ormai radicati della multietnicità, dal confronto tra Culture e Religioni diverse, alla convivenza nella quotidianità, che nascono i motivi che portano al sostegno al Festival Biblico. Un Festival che non può essere relegato alla sola immagine  religiosa, ma che spazia sui temi del confronto, della conoscenza reciproca e di un viaggio che diventa strumento di apprendimento e di crescita sociale e culturale.

 

Un viaggio importante?

Ho avuto la fortuna di viaggiare molto, ma un percorso in particolare mi è sempre stato molto caro.

Molti, molti anni fa, due giovani universitari si incontrano, si vogliono bene e si sposano, fin qui tutto normale se non fosse che la data del matrimonio la fissa il medico curante, dopo quel momento sarebbe stato un viaggio difficile: lui provvedeva all’emodialisi, lei porsi in lista d’attesa per un trapianto renale. E trapianto fu.

Dissero a quei giovani che non avrebbero mai potuto avere dei figli, ma, inaspettatamente,  qualche anno dopo nacque una bellissima bambina.

Oggi è una bellissima mamma che mia ha reso nonno di due nipotini.



X