La Bibbia, un racconto che ci precede ed eccede

La Bibbia, un racconto che ci precede ed eccede

“La Bibbia è un racconto di parole che ci precede e ci eccede. Dio ha creduto e crede negli uomini perché ama il racconto. Ne ascolta la voce, i drammi, vive nel loro racconto”. Il Cardinal Ravasi , nella sua emozionante prolusione, e nel suo ritornare “a casa”, come colui che al Festival Biblico ha sempre dato il suo contributo e la sua spiritualità, analizza, facendo un bellissimo viaggio anche attraverso scrittori e filosofi della storia come Canneti e Singer, i passi più significativi della Bibbia come prova che la Parola è un grande racconto, dall’Antico al Nuovo Testamento, dall’Esodo all’episodio di Davide al Salmo 78. “Persino nella celebrazione della Messa – dice Ravasi – il momento più forte è quando si ripete l’ultima cena in prima persona, un racconto sacralmente decisivo”. Fino a Gesù, che definisce “il più grande narratore, uno che sa usare segni semplici, come pesci, pane, erbacce, fatti di cronaca, uno che parla ma sa stare anche nel silenzio che prepara all’ascolto”. Un ascolto, che Ravasi, a fine serata, auspica possa ritornare “di moda” anche tra la gente, tra noi fratelli.



X