meditazione/itinerario

 

LA FORZA DELLA MITEZZA
In cammino con Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I

 

con don Davide Fiocco (patrologo, coautore della Positio per la causa di canonizzazione di Papa Luciani), Sabina Bakoldina (violino)

 

sabato 21 maggio ore 18:30
Vittorio Veneto, Ceneda – Itinerario San Paolo, Partenza Piazza Papa Giovanni Paolo I, 1

 

Al calar del sole, lungo l’itinerario che porta a San Paolo, riscopriremo il senso della mitezza, attraverso alcune pagine dell’Apocalisse e alcuni testi del prossimo Beato, Albino Luciani, già vescovo di Vittorio Veneto per 12 anni: quante volte lo stesso Luciani avrà fatto il percorso verso il San Paolo! Lungo il cammino e nell’ascolto attento ci apparirà come la mitezza sia un seme efficace piantato nel terreno della storia per il progresso, per la pace, per il rispetto della dignità di ogni persona. La mitezza vince la forza e l’aggressività del male, come l’Agnello nell’Apocalisse con la sua mitezza vince contro il potere della violenza e della morte.La mitezza è compagna inseparabile dell’umiltà, e così è stato anche nella vita di Albiino Luciani: mitezza e umiltà ci permettono di guardare le cose del mondo con una prospettiva diversa, tanto da scorgere nel tramonto la possibilità di un nuovo inizio.

 

Durata camminata 1 ora e mezza. Si consiglia abbigliamento comodo e torcia.

 

prenota il tuo posto

 


 

Don Davide Fiocco, compaesano di Papa Luciani e prete della diocesi di Belluno-Feltre, dopo la licenza in patrologia all’Augustinianum di Roma nel 1998, nel 2016 ha conseguito il dottorato in teologia con una tesi sull’epistolario agostiniano, pubblicata con il titolo Spiritalis amoris vinculum. Tracce di collegialità episcopale nell’epistolario agostiniano (LUP 2020). Per la Collana Testi Patristici ha curato la prima edizione italiana delle Lettere e dialoghi di Sulpicio Severo (Città Nuova 2007). È docente incaricato di patrologia presso gli ISSR di Treviso e Bolzano e lo Studio Teologico Interdiocesano di Treviso-Vittorio Veneto. Dal 2012 collabora alla causa di canonizzazione di Papa Luciani: è uno dei curatori della Positio ed è membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I. Nella sua diocesi dirige l’Ufficio per la pastorale delle comunicazioni e della cultura.

X