Le ‘ali’ di don Tonino a Schio

Le ‘ali’ di don Tonino a Schio

Un’ala di riserva è probabilmente la poesia più conosciuta di Don Tonino Bello. Da questo spunto Michele Lobaccaro dei Radiodervish ha dato vita ad un libro-CD tradotto poi in uno spettacolo dal titolo “Un’ala di riserva. Messa laica per don Tonino Bello”che ha riempito i teatri di tutta Italia e che per la prima volta farà tappa a Schio il 1 giugno, alle 20.30, nella Chiesa di San Francesco.  La collocazione in una chiesa non è casuale.  La struttura del reading  segue proprio la forma di una Messa. In particolare, parola e brani musicali, sulla scia della canzone popolare, rendono un tributo al tema del sacro. Il clima è quello delle sonorità mediterranee che mescolano elementi culturali apparentemente diversi, dalla cultura cristiana a quella islamica. Si uniscono poi al tessuto sonoro testi liturgici in latino e le canzoni in italiano ispirate agli scritti dello stesso don Tonino. Lo spettacolo è basato su un testo di Michele Lobaccaro. In scena: il narratore Stefano Panzeri su musiche di Fabrizio Piepoli, Alessandro Pipino e dello stesso Lobaccaro, componente del gruppo world dei Radiodervish, formatosi in area pugliese alla fine degli anni Novanta.  Protagonista dell’evento una figura eccezionale, don Tonino Bello, indimenticato vescovo pugliese in prima linea per la pace e la lotta ad ogni forma di emarginazione. Una vita, la sua, realmente a fianco degli ultimi cui le gerarchie ecclesiastiche sono state vicine spesso solo a parole.Una vita da francescano d’altri tempi, vissuta all’insegna di un Cristianesimo che si interroga sui propri errori. Una vita da conoscere, magari attraverso questa proposta del Festival Biblico.   L’evento è a pagamento. Ingresso unico 8 euro.



X