dialogo

 

COME MAI QUESTO TEMPO NON SAPETE VALUTARLO?
Guardando “oltre” abitare il presente: Ebrei, Musulmani e Cristiani si interrogano

 

con Luciano Meir Caro (Rabbino Capo di Ferrara), Yahya Sergio Pallavicini (Imam – Presidente COREIS), mons. Michele Tomasi (vescovo di Treviso)

modera don Michele Marcato

 

domenica 15 maggio ore 15:30
Casa dei Carraresi, Via Palestro, 33/35

 

Le tre grandi religioni monoteistiche guardano alle origini (protologia) e al punto di arrivo della storia (escatologia) per cogliere il senso del presente e vivere con impegno e concretezza nell’oggi: sta qui l’istanza di fondo dell’apocalittica e delle sue “visioni”. In quale modo le singole tradizioni religiose hanno sviluppato tale letteratura, con caratteristiche e percorsi propri? Come cogliere l’attualità di questo orizzonte di senso? Cosa può dire all’uomo di oggi, smarrito tra pandemia e guerre, ciascuna di queste grandi tradizioni?

 

In collaborazione con: Istituto Superiore Scienze Religiose “Giovanni Paolo I”, Fondazione Cassamarca, Scuola di Formazione Teologica

Si ringrazia: Fantic Motor, N.G.E. SRL Restauri

 

prenota il tuo posto

 


 

Luciano Meir Caro ha studiato al Collegio Rabbinico di Torino, sotto la direzione del Rabbino Dario Disegni. Ha conseguito il primo titolo Rabbinico di “Maskil” nel gennaio 1956. Nel 1959 ha conseguito la “Semikhà” con il titolo di “Chakham” al Collegio Rabbinico Italiano di Roma. Diviene Vice-Rabbino di Torino dal 1959 al 1976, Rabbino di Trieste dal 1976 al 1979, e di Firenze dal fine 1978 al 1988. È Rabbino Capo di Ferrara dal 1990, e Rabbino di riferimento per alcune piccole Comunità, tra cui quella di Pisa. Michele Marcato, dottorato in Teologia Biblica alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, dal 2004 insegna allo Studio Teologico Interdiocesano di Treviso–Vittorio Veneto. Autore di studi sugli scritti paolini, ha pubblicato volumi collettanei e articoli scientifici e divulgativi. Dal 2019 è Direttore dell’ISSR “Giovanni Paolo I”. Cura l’Apostolato Biblico con incontri e pellegrinaggi in Terra Santa ed è responsabile della Settimana Biblica Diocesana e del Festival Biblico di Treviso.

 

Yahya Sergio Yahe Pallavicini è Presidente della Comunità Religiosa Islamica Italiana (COREIS), una delle principali organizzazioni di rappresentanza istituzionale del culto islamico in Italia. Dal 2000 membro dell’assemblea dei soci della Grande Moschea di Roma, Centro Islamico Culturale d’Italia. Dal 2004 è invitato all’incontro tra i leader religiosi europei a Bruxelles. Fino al 2018 consigliere del Ministro dell’Interno come membro della Consulta per l’Islam italiano. Dal 2018 è vicepresidente del Muslim Jewish Leaders Council, coordinatore di European Muslim Leaders Majlis e relatore al G20 Interfaith Forum.

 

Michele Tomasi, Vescovo di Treviso, originario della Diocesi di Bolzano-Bressanone, si laurea all’Università commerciale Luigi Bocconi in discipline economiche e sociali, conseguendo poi il dottorato di ricerca in etica sociale all’Università di Innsbruck. È vescovo delegato per la pastorale sociale e del lavoro, giustizia pace e salvaguardia del creato e per lo sport, il tempo libero e i pellegrinaggi nell’ambito della CET, nonché Membro della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della CEI.

 

Michele Marcato, dottorato in Teologia Biblica alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, dal 2004 insegna allo Studio Teologico Interdiocesano di Treviso–Vittorio Veneto. Autore di studi sugli scritti paolini, ha pubblicato volumi collettanei e articoli scientifici e divulgativi. Dal 2019 è Direttore dell’ISSR “Giovanni Paolo I”. Cura l’Apostolato Biblico con incontri e pellegrinaggi in Terra Santa ed è responsabile della Settimana Biblica Diocesana e del Festival Biblico di Treviso.

X