Martin, Gesù ci fa il grande dono dell’amicizia

Martin, Gesù ci fa il grande dono dell’amicizia

“So che affermare che le relazioni di Gesù si possono interpretare e analizzare sul piano amicale, è un po’ audace, ma da diversi anni sta diventando sempre più evidente che la narrazione biblica, ma ancor di più le narrazioni evangeliche, sono una memoria viva dei legami che Gesù ha intrecciato con i suoi coetanei – ha spiegato il biblista Aldo Martinnel presentare il suo libro Fede come amicizia nell’incontro al Festival Biblico”Raccontare le amicizie”all’Oratorio del Gonfalone-Le relazioni di Gesù si accendono anche nel modo più improvviso, si affievoliscono, alcune si chiudono, come le relazioni di tutti noi. Gesù fa delle preferenze tra i suoi discepoli e anche tra le sue frequentazioni, come quelle con Lazzaro, Marta e Maria ed è proprio lui a rovesciare completamente la prospettiva in un contesto significativo come quello dell’Ultima Cena dicendo: “Vi ho chiamato amici” . Questo è un dono che Gesù ci fa. Anche oggi. Perché il testo evangelico, l’incontro con la Parola, ci danno la certezza che Dio cammina con noi, che Gesù ci è contemporaneo e che un’amicizia con lui è possibile”.

 



X