Nicoletta Dentico / giustizia

Mercoledì 15 luglio ore 18:30

in diretta facebook e sulla home page del nostro sito

 

«Le pandemie cambiano la storia. Ma Covid-19 sta avendo un effetto ancora più dirompente. Dopo l’attacco terroristico alle Torri Gemelle del 2001 e la crisi finanziaria del 2008, la guerra contro questo virus invisibile e così contagioso è il terzo evento, dall’inizio del millennio, a scompigliare ogni certezza, a tramortire le nostre vite. Sono tutti e tre eventi sentinella di un sistema economico feroce che ha prodotto rabbia, risentimento, disuguaglianza, squilibri nella natura, esasperazioni patologiche che sono esplose».

Nicoletta Dentico, è un’esperta di salute globale e nella sua vita, ha partecipato grandi campagne di mobilitazione. Con lei affronteremo nel Salotto San Paolo la terza parola chiave per ripartire dopo la pandemia: giustizia. Il dopo-Covid 19 apre due scenari possibili: un mondo di “sommersi e salvati” in cui ci sarà chi potrà permettersi le cure e chi no, oppure un sistema democratico basato sulla condivisione della conoscenza e della scienza, in cui il diritto alle cure sarà garantito per tutti. Come andrà a finire dipende anche da noi.

 

Nicoletta Dentico, 58 anni, è un’esperta di salute globale e, nella sua vita, ha partecipato grandi campagne di mobilitazione per la giustizia. Come quella per la messa al bando delle mine anti-persona, che l’ha vista sul campo di battaglia negli anni 90 da vicepresidente dell’organizzazione Mani Tese. Nel 1999, da direttrice di Medici senza frontiere Italia, è stata fra le prime promotrici della Campagna per l’accesso ai farmaci essenziali. Oggi è a capo del programma di salute globale della Society for International Development (Sid), un’organizzazione internazionale che si occupa di giustizia in quattro diversi ambiti, sempre più intrecciati fra loro: cibo, salute, energia e finanza.



X