Schio, sulle ali di don Tonino

Schio, sulle ali di don Tonino

Uno spettacolo, un concerto e due riflessioni di alto profilo. Con 4 eventi di grande intensità, tutti ospitati nella Chiesa di SanFrancesco, la sede Schio si propone anche in questa edizione come una delle più vitali.
Lo sguardo indagatore dell’obiettivo fotografico e quello interiore delle Sacre Scritture si incontrano ne “La libertà dell’orante. Le immagini e le parole della preghiera”, venerdì 31 maggio alle 20.30 : il biblista Bruno Maggioni accompagnerà la sua riflessione teologica con le foto d’artista di Silvano Chiappin .Attesissimo l’omaggio in musica a don Tonino Bello con testi e musiche di MicheleLobaccarodei Radiodervish, “Un’ala di riserva. Messa laica per don ToninoBello”. Lo spettacolo, il 1 giugno ore 20.30 , è un percorso chesi sviluppa tra i brani della messa, eseguiti dal trio composto da Fabrizio Piepoli , Alessandro Pipino e dallo stesso Michele Lobaccaro, e le letture tratte da pagine di Don Tonino (la voce narrante è di Stefano Panzeri ), che hanno ispirato l’opera, alternate e incrociate alla proiezione di video in uncrescendo emotivo e narrativo coinvolgente. L’evento è sostenuto dal Comune diSchio e prevede un biglietto di ingresso di 8 euro .E’ una lectio divina tutta al femminile quella proposta da Elide Siviero , collaboratrice presso il Servizio per il catecumenato della Diocesi di Padova, che il 3 giugno alle 20.30 , racconterà di fede, arte e libertà in “La libertà dei perdenti. Le beatitudini: Vangelo e volti” assieme al commento artistico di Tatiana Rubini , artigiana dell’arte. Chiusura a teatro, il 4 giugno alle 20.30con “Oscar e la dama in rosa. Liberi di scrivere a Dio”, il reading teatrale ospitato in più sedi del Festival che racconta la forza della vita e la ricerca di verità del piccolo Oscar, protagonista del libro omonimo di Eric-Emmanuel Schmitt. A tradurre il best seller in spettacolo teatrale la Compagnia Teatrale “Teatro di Sabbia” di Vicenza per la regia di Piergiorgio Piccoli .



X