giorno e notte incontro biblico
venerdì 19 maggio ore 21:00
Sala del Capitolo Basilica del Carmine, Piazza Petrarca, 1

 

«TUTTE LE OPERE DEL SIGNORE SONO BUONE». EVA, DENTRO E FUORI DALLE RIGHE
Sottolineature di Genesi 1-3

 

con Silvia Zanconato (biblista), Cristina Simonelli (teologa)

modera Federica Vecchiato

 

Due donne a confronto, una teologa e una biblista che hanno condiviso anni di esperienza, Cristina Simonelli, docente universitaria è stata presidente del Coordinamento delle Teologhe Italiane, Silvia Zanconato è nel direttivo del Coordinamento. Entrambe appassionate studiose nel campo biblico e teologico. Silvia Zanconato dialogherà con Cristina Simonelli sui primi capitoli di Genesi pennellando alcuni personaggi e alcune situazioni che si presentano in queste pagine delle origini, rilevandone l’attualità e le domande che alcune figure e alcune situazioni possono scatenare. Cristina Simonelli si innesterà in questa riflessione sottolineando la figura di Eva che sporge dalle pagine della Bibbia, perché è stata deformata nell’immaginario cristiano con danno per le donne e per tutti. Continua tuttavia a suggerire anche potenza trasformativa nei diversi archetipi che incarna: erotico, trasgressivo, materno e divino.

 

In collaborazione con: Parrocchia Santa Maria del Carmine – Commissione cultura

Si ringrazia: Comune di Padova, Cattedrale

 

 

Cristina Simonelli: insegna Storia della chiesa e Teologia patristica a Milano (Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale) e a Verona. Socia del Coordinamento delle Teologhe Italiane dalla sua fondazione, ne è stata Presidente per due mandati (2013-2021). Nei molti anni passati in contesto Rom (1976-2012) ha appreso la passione per la complessità e le differenze, anche nella ricerca storica. Tra le pubblicazioni si segnalano i secoli IV e V in Manuale di Storia della Chiesa. L’età antica (dir. Dell’Orto – Xeres) Morcelliana 2018, 203-420; Eva, la prima donna. Storia e storie, Il Mulino 2021; Juana Ines de la Cruz, San Paolo 2021. Ha curato e tradotto insieme a Laura Scarmoncin Nella giustizia e nella tenerezza. Storie sacre di religiose lesbiche e queer, Effatà 2022.

 

Silvia Zanconato (Bondeno [FE] 1973) ha studiato teologia alla Gregoriana, ha conseguito la Licenza in Scienze Bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico e un master in Religioni e Mediazione Culturale alla Sapienza di Roma. Membro del Consiglio di Presidenza del Coordinamento Teologhe Italiane, attualmente è insegnante di religione cattolica nelle scuole secondarie di secondo grado a Ferrara e presso la Scuola di Teologia “Laura Vincenzi”. La sua formazione le consente di trasmettere un approccio alla Scrittura comparato e integrato, culturale oltre che teologico. Diverse le sue pubblicazioni soprattutto in ambito biblico e pedagogico con particolare attenzione alle questioni di genere. Recentemente: “Lo sposo di Maria. Giuseppe nei vangeli”, in: Antonio Autiero Marinella Perroni (edd.), Maschilità in questione. Sguardi sulla figura di san Giuseppe, GdT 435, Brescia (Queriniana) 2021, 109-125; “Verginità e apostolato. L’esempio di Paolo”, in: Uta Poplutz Korinna Zamfir, Letteratura epistolare neotestamentaria, La Bibbia e le donne. Collana di esegesi, cultura e storia vol. 2.1.

X