Un Social Award per il Festival

Un Social Award per il Festival

Il 14 maggio scorso, mentre a Vicenza stava per partire la colossale macchina del Festival, qualcuno, a Milano, ha visto bene di premiare chi, da anni, lo sostiene.

La giuria del Soliditas Social Award, presieduta da Franco Anelli, Pro-Rettore Vicario dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha insignito del riconoscimento omonimo il progetto facente capo a “Imprese di Valori”. La giuria del Premio ha infatti giudicato l’impegno che da anni lega tra loro e attorno al Festival Biblico tante imprese vicentine (ma non solo) un’esperienza “di elevata responsabilità sociale”.

Il SODALITAS SOCIAL AWARD è il Premio che ogni anno, ormai da dieci edizioni, viene assegnato ad imprese, associazioni imprenditoriali, distretti industriali ed organizzazioni che si siano concretamente impegnate in progetti di Sostenibilità d’Impresa.

I premi sono stati consegnati il 14 maggio 2012 a Milano alla presenza di numerose personalità, tra le quali il Ministro del lavoro Elsa Fornero in videoconferenza, che hanno sviluppato il tema di questa edizione , ovvero, “Coesione sociale, crisi e nuove forme di welfare”

“Imprese di Valori” è un patto, aperto ormai da cinque anni, tra aziende che si sentono, e vogliono essere, parte attiva nella costruzione del futuro della comunità nella quale operano e con la quale si confrontano. Lo scopo consiste nel creare una piattaforma di risorse economiche che permetta al Festival Biblico di poter programmare in modo adeguato le sue attività e quindi di perseguire gli obiettivi di sviluppo nel lungo periodo. Equità, solidarietà, onestà, rispetto e relazione: sono questi i valori con cui le imprese aderenti coniugano la propria attività economica consapevoli che, senza tali principi anche il mercato, come sistema basato esclusivamente su scelte razionali, non avrebbe futuro. Persone e aziende che fanno dei valori e dell’identità che da essi scaturisce, il punto fondante della propria vita ed attività. Perchè favorire la nascita, la maturazione e la diffusione di proposte culturali di eccellenza non è un’attività diversa rispetto al “fare business” ma, anzi, un impegno parallelo ed ugualmente importante per tutti coloro che interpretano il proprio ruolo nella società all’interno di un orizzonte intellettuale più ampio.

Il riconoscimento ricevuto dal Sodalitas Social Award è la prova che “Imprese di Valori ”è un progetto ad alto valore sociale ed economico ed ora questa esperienza comunitaria è entrata a far parte del gruppo di aziende – un elenco che si fa di anno in anno più lungo – attente alle esigenze dei cittadini, ai trend del mercato, all’innovazione come strumento di sviluppo della società.

Complessivamente, i primi dieci anni del Sodalitas Social Award hanno visto la partecipazione di circa 1400 aziende con oltre 2000 progetti. Solo all’ultima edizione del Premio sono stati portati all’attenzione di Commissioni e Giuria ben 253 progetti da parte di 199 imprese. Insomma un vero piccolo esercito di che ha scelto di puntare sulla cultura e sul bene comune, oltre che sui bilanci in attivo. Dal convegno che ha accompagnato la cerimonia di Premiazione è emerso anche un suggerimento prezioso: soprattutto in tempi di crisi è opportuno che le imprese focalizzino il proprio impegno sostenibile su iniziative selezionate, in grado di generare impatto.



X