Una colossale Arca di Noè

Una colossale Arca di Noè

Domenica 25 maggio alle 17.00una grande occasione per assistere all’opera che Benjamin Britten scrisse nel 1957 riprendendo la tradizione tardo-medievale dei Miracle Plays di Chester , cioè le rappresentazioni popolari in volgare su soggetti biblici e agiografici che le varie corporazioni di arti e mestieri inglesi allestivano su carri trascinati in giro per le contrade. Eseguita sia a scopo ricreativo dei fedeli, sia a scopo didattico come strumento adatto a insegnare la Bibbia ad una popolazione per la maggior parte analfabeta, ancor oggi, L’Arca di Noèrimane fedele all’intento del suo autore mettendo insieme professionisti e piccoli e giovani allievi dei conservatori e delle scuole si musica. A Santa Corona , saranno oltre 150 gli interpretidell’opera a cura della Scuola Musicale Jan Novàke quella Civica Riccardo Zandonai , che uniranno scenografie suggestive a emozionanti cori, fino alle performance dei più piccoli nelle parti dei solisti. La composizione non presenta uno sviluppo drammaturgico vero e proprio ma si snoda secondo una successione di quadri scenici. La compagine orchestrale, costituita da strumenti a fiato, a tastiera, ad arco e a percussione, venne accuratamente suddivisa da Britten in ordine decrescente di difficoltà per consentire agli stessi ragazzi l’esecuzione dei brani musicali e così è ancora oggi. L’uso della lingua inglese previsto nell’originale, verrà rispettato almeno in parte: si alterneranno parti in italiano, dove si renderà necessario comprendere esattamente lo svolgersi dell’azione, e parti in lingua originale, dove la scansione sillabica o la particolarità del suono non potrebbero essere adeguatamente resi da una traduzione.



X