Una fantastica Anteprima: grazie a tutti!

Una fantastica Anteprima: grazie a tutti!

I riflettori si sono finalmente accesi sul Festival Biblico con il doppio evento di Anteprima, cominciato al Ridotto del Teatro Comunale con il Prof. Silvano Petrosino e conclusosi con il suggestivo spettacolo “Gerusalemme Perduta” di Paolo Rumiz.

Interrogato da Mons. Roberto Tommasi, Presidente del Festival, il Prof. Petrosino ha illustrato il rapporto tra “creazione e libertà”, tra Sacre Scritture, Storia e attualità. Una lectio magistralis che per un’ora ha rapito la platea, grazie anche alla dialettica mai pesante del Professore. Un viaggio filosofico nei concetti di “dono”, “paura” e “vita” che ha fatto riflettere tutti i partecipanti.

Un breve momento conviviale ha fatto da transizione tra la conferenza di Silvano Petrosino e il coinvolgente reading che ha portato sul palcoscenico il celebre reportage di Paolo Rumiz “Gerusalemme Perduta”.
Fin dalle prime parole del giornalista triestino il Teatro Comunale di Vicenza è scomparso, lasciando il posto ad un percorso intrecciato fatto di suggestioni, musica, danze e colori. In una sola serata sono passati davanti agli occhi di centinaia di spettatori le montagne della Grecia, i suk di Istanbul, i colori dell’Anatolia e il denso fumo dei locali di Gerusalemme Est. Anche in questo caso si è percorso un viaggio cavalcando profumi, rumori e chilometri. Un viaggio che lo stesso Rumiz ha definito “contromano, seguendo le briciole di Dio”, poichè da Torino ad Israele, tra volti amici e non, etnie diverse e culture dimenticate, è proprio la verità della fede che emerge come elemento accomunante, forte e vivifico.

Teatro, filosofia, giornalismo, fede. Quattro binari hanno guidato questa Anteprima, segnando la strada da seguire per il resto del percorso culturale di avvicinamento proposto dal Festival Biblico nell’edizione 2013.

La prossima tappa di prossimità, se così possiamo chiamarla, sarà il 25 aprile 2013 a Tezze di Arzignano (VI): il Card. Camillo Ruini incontrerà Ernesto Galli della Loggia in un confronto tra… fede e libertà!



X