Valdagno e Brogliano alla prova del Festival

Valdagno e Brogliano alla prova del Festival

Uno dei programmi periferici più ricchi è senz’altro quello delle sedi di Valdagno eBrogliano che, per la IX edizione, hanno elaborato nove proposte per accompagnare e stimolare, nello stesso tempo, il pubblico del Festival.  VALDAGNO- Un incontro dedicato a “chi crede di non poter credere”, un appuntamento pensato per tutti coloro che sono interessati alla ricerca di qualcosa di superiore e alla risposta che i cattolici danno a questa domanda. Il 31 maggio alle 20.30a Palazzo Festari di Valdagno sarà il teologo CarmeloDotolo , presidente della Società Italiana per la Ricerca Teologica, a riflettere sulla libertà della fede presentando il suo libro “La fede, incontro di libertà”. In collaborazione con Guanxinet, Amer e il Comune diValdagno. Senza tetto a 30 anni, sulle strade di Milano per 8 e poi la riscossa fino a creare il “sindacato dei senzatetto, i “clochard alla riscossa” e diventare consulente della giunta Pisapia per il recupero sociale dei senza dimore. Lui è Wainer Moltenie il 1giugnosarà al centro parrocchiale di Ponte dei Nori per presentare la sua autobiografia. Il 3 giugno alle20.30a Palazzo Festari il vaticanista del Corriere della Sera, Luigi Accattolipresenta il suo ultimo libro “La radice di un grande albero.Francesco Canova, medico, missionario, cosmopolita”, dedicato proprio alla figura del medico scledense fondatore dei Medici con l’Africa-CUAMM, che ha collaborato all’organizzazione dell’incontro assieme al Comune di Valdagno. Tracrisi di fede e sete di libertà: la samaritana incontra Gesù. Lo farà il 4giugno alle 20.30al Duomo di San Clemente con una serata di commenti a dipinti sul tema della IX edizione del Festival – “Dammi quest’acqua” (Gv 4, 15) – condotta dal teologo donDario Vivian affiancato da intermezzi musicali per organo. In collaborazione con la Parrocchia di San Clemente, Valdagno. Il Centro Parrocchiale di Ponte dei Nori torna di nuovo al centro degli eventi biblici per un significativo pranzo comunitario, l’8 giugno alle13 , assieme ad alcuni detenuti. “Portami via” è il nome dato a questo incontroche vuole fare riflettere sulla libertà che non c’è. Il momento conviviale sarà introdotto dalla riflessione biblica di don Matteo MeniniLa quota di partecipazione è di 1,80 €,equivalente al costo giornaliero di detenzione a carico del detenuto. Evento in collaborazione col Progetto Jonathan. A conclusione del percorso festivaliero di Valdagno un’occasione di raccoglimento eccezionale, sempre sabato 8 giugno , la salita notturna sul monte Pasubio con le riflessioni del teologo Leonardo Lenzi con partenza alle ore 22 dal Piazzale della Chiesa di Ponte di Nori per una notte davvero biblica, all’insegna del raccoglimento. Rientro previsto alle 8 dellamattina successiva. Iniziativa rivolta a maggiori di 16 anni, minorenni solo se accompagnati. BROGLIANO- Brogliano inaugura il suo percorso biblico in musica, il 31 maggio alle 20.45con il duo Claudia Pallavere Luca Mazzon(flauto eorgano), protagonista dell’originale concerto “Libera musica e Liberameditazione” ospitato alla Chiesa dei Santi Lorenzo e Lucia. Musiche diJ.S. Bach, W. A. Mozart , W. Gluck, G. Bizet, C. Debussy ed altri. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione LiberaMente e l’Unità pastorale Brogliano-Quargnenta, ha il sostegno del Comune di Brogliano. La sera successiva, il 1 giugno alle 20.45 , inSala Sant’Antonio è il delicato racconto di un bimbo di 10 anni e della suavoglia di vivere a parlare al pubblico del Festival con “Oscar e la Dama inRosa. Liberi di scrivere a Dio”, il reading in tournèe tratto dal libro omonimo di Eric-Emmanuel Schmitt con la CompagniaTeatrale Teatro di Sabbia(Vicenza) e in collaborazione con l’Associazione LiberaMente, l’Unità pastorale Brogliano-Quargnenta. Eventorealizzato con il sostegno del Comune di Brogliano. Infine, per ricordare i “1000anni di fede nella Pieve di Brogliano”, domenica 2 giugno , per tutta lagiornata, Giuseppe Lunard i e Danilo Diquigiovanni si alterneranno come guide per accompagnare in visite guidate con orario continuato e senza prenotazione alla Pieve di san Martino.Ogni visita sarà arricchita da letture e musica dal vivo. In collaborazione con l’Associazione LiberaMente e l’Unità pastorale Brogliano-Quargnenta, con il sostengo del Comune di Brogliano.



X