A Vittorio Veneto dal 25 al 27 giugno tra filosofia, musica, teatro e arte sotto il segno dell’interculturalità

La tensione alla condivisione, al dialogo e alla partecipazione sottesa dal tema del Festival è stata declinata dalla Diocesi di Vittorio Veneto anche in relazione alle tipologie di evento proposte e ai diversi ambiti culturali messi in campo. Non solo incontri e dialoghi tra più protagonisti quindi, ma anche spettacoli teatrali, musica, passeggiate letterarie, visite guidate museali, letture musicate. Le diverse forme letterarie e artistiche coinvolgono quindi pubblici diversi ma convergono le proprie energie dando espressione e volto al tema della fratellanza universale.

 

L’impronta del Festival nella sede di Vittorio Veneto è soprattutto filosofica e interculturale grazie alla presenza di ospiti quali Roberta De Monticelli (filosofa, docente di Filosofia della Persona Università Vita Salute San Raffaele), in programma con l’appuntamento di apertura del Festival, venerdì 25 giugno alle ore 18.00; mons. Ambrogio Spreafico (Vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso), in programma domenica 27 giugno alle ore 18.00 per un dialogo sulla Bibbia dell’Amicizia ponte tra cristiani ed ebrei; Roberto Celada Ballanti (docente di Filosofia della religione e di Filosofia del dialogo interreligioso all’Università di Genova), per un dialogo sullo storico Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune firmato da Papa Francesco e il grande imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyib,

Grande spazio verrà dato agli spettacoli: venerdì 25 giugno Filosofia in Chiave di Violino sull’Etica Nicomachea di Aristotele, quindi sul concetto greco di amicizia; domenica 27 giugno Mio Fratello, spettacolo teatrale sul senso di fratellanza e di comunità con l’attore Mirko Artuso e Sergio Marchesini alla fisarmonica.

Sono molte le realtà del territorio coinvolte, per dimostrare che anche in un’ottica universale non bisogna dimenticare di lavorare sulla comunità attraverso la creazione di un progetto comune. Gli eventi vedono dunque la partecipazione, tra gli altri, di La Chiave di Sophia, Proloco Vittorio Veneto, Centro Culturale Humanitas, Museo di Scienze Naturali di Vittorio Veneto, del gruppo lettori della biblioteca Civica di Vittorio Veneto, sestetto Vocale Femminile Stellae Matutinae.

 

Per info, programma completo e prenotazioni: https://www.festivalbiblico.it/programma-giugno-2021/

 

 



X