Skip to content
  • 18 aprile-26 maggio 2024 Vicenza, Verona, Padova, Rovigo, Vittorio Veneto, Treviso, Chioggia, Alba, Catania, Genova

  • Chi siamo
  • Archivio

Concerto

De Spiritali Amicitia

Musica e Filosofia dei monasteri medievali

Prenota

con Lareverdie: Claudia Caffagni (voce, liuto), Livia Caffagni (voce, flauti dritti, viella), Elisabetta De Mircovich (voce, viella, symphonia), Teodora Tommasi (voce, arpa gotica, flauti dritti), Matteo Zenatti (voce, arpa gotica, percussioni)

introduce Elena Casagrande

Il trattato De Spiritali Amicitia di Ailredus abate di Rielvaux (1110-1167) è un’opera letteraria straordinariamente vivida, a metà fra il compendio filosofico e la sceneggiatura teatrale. I temi analizzati nella conversazione tra Ailredo e alcuni monaci che gli chiedono consiglio, sono l’origine del sentimento dell’amicizia, i valori su cui essa si deve basare e i pericoli da cui essa deve rifuggire. Il fondamento dell’amicizia, anche da un punto di vista etimologico, è l’Amore, il principio che ha ispirato Dio nella creazione dell’Universo: quindi, con un sillogismo di aristotelica memoria, l’Amicizia avvicina l’uomo al Creatore. I repertori musicali che la Reverdie propone con voci e strumenti sono tratti da manoscritti di provenienza monastica tra 1100 e 1400. Gli stessi temi filosofici esplorati nelle conversazioni del trattato sono sviluppati nei testi dei brani cantati: l’armonia tra le creature, i vizi che minacciano l’Amicizia Spirituale e l’amore divino verso il creato.

Prenotazione obbligatoria

Si ringrazia: Zoppas Industries

persone