Skip to content

Meditazione

Abbandonarsi all’imperdonabile

con Tiziana Cera Rosco (artista e poetessa)

accompagnamento musicale: Ensemble Amethysta (Nadia Caristi, voce – Laura Fabris, voce – Bronislawa Falinska, voce – Donato Sansone, organo portativo, synphonia, saz, arpa, salterio,chalumeau)

La domanda più potente del vangelo, ossia quella ferocemente depotenziante, riguarda il legame. E non la pongono gli apostoli o altre figure che si interfacciano in un dialogo con Gesù, ma Gesù stesso. Ossia la stessa persona che aveva detto di essere venuto a portare separazione più che unione (….).

Quella domanda fondamentale, che giace dentro ognuno di noi come un mostro che ha il nostro stesso viso deturpato dal bisogno attorno al quale ci costruiamo nelle relazioni vitali con gli altri e con l’Inconosciuto, è Perché Mi Hai Abbandonato.

Da Dio a Dio si apre uno strapiombo: il buio che scaraventa le cose in una crudezza di separazione impossibile da comprendere. E se il buio si apre lì nel rapporto esemplare, nel legame indissolubile, succede che tra noi e quello che non sappiamo, quel buio diventa ancora più spaesante, frange una fragilità tremendamente ovvia, quel sospetto del niente.
Il commento alle 7 parole di Cristo, gira attorno a questa cosa che non si chiude, che sbilancia tutto quello che credevamo di sapere, il limite imprendibile della nostra comprensione, le nostre parole d’amore, i nostri sentimenti e le nostre speranze.
Cosa vuol dire allora abbandonarsi, da abbandonati, all’imperdonabile?
Quando Cristo passa dalla parola Padre alla parola Signore, trema infatti la terra.


Accompagnamento musicale: O Splendor Lucis, Musica e Medicina. Tre punti cardine, ognuno con una luce diversa, e soprattutto la musica di Hildegard von Bingen (1098-1179), frutto di “divina rivelazione”, e tratte dal Laudario di Cortona, dal Codice di Bamberga del XIII sec. e attribuite a Bernardo di Chiaravalle, nelle esecuzioni dell’Ensemble Amethysta (Nadia Caristi, voce – Laura Fabris, voce – Bronislawa Falinska, voce – Donato Sansone, organo portativo, synphonia, saz, arpa, salterio,chalumeau).

Ingresso da Strada Sant’Antonino.

È consigliato avere con sé un cuscino e/o stuoia per assistere alla meditazione.

persone

foto